Montagna d’inverno

Montagne in inverno
C'ero soltanto.
C'ero. Intorno
cadeva la neve.
Haiku di Koyobasci Issa
E' in inverno che i Monti Sibillini si vestono del loro migliore apparire. La neve e il gelo li chiudono nel misterioso silenzio in cui ogni voce tace nell'ammirare il freddo risplendere delle cime.

Castelluccio
        il monte Vettore si rispecchia negli specchi palustri del Pian Grande
2-neve
Pizzo Meta
Il versante orientale dei Sibillini incombe con il Pizzo di Meta  innevato da una fredda perturbazione orientale
3-neve
Palazzo Borghese
4-neve
Palazzo Borghese
         
5-neve
Cime Vallelunga
         
   
6-neve
Monte Bove

 

Immagini collegate:

GIALLO

Sotto il sole di questo caldo aprile che chiude un inverno asciutto, privo di neve e temperato, preludendo ad un estate torrida, la campagna riluce dei colori nuovi delle coltivazioni: foraggi e cereali, di verde brillante, e gialli lenzuoli di colza e  ravizzone stesi sui declivi delle colline. L'effetto è di grande cromatismo. giallo2 giallo3 Ma la bellezza colorata dei coltivi non nasconde la distruzione dei suoli e il disfacimento della terra spremuta dall'agricoltura industrializzata. La protervia violenza del ferro che incide sempre più in profondità i terreni lacera il tessuto vivente che l'acqua selvaggiamente distrugge segnandolo di lunghi solchi erosivi. giallo4 giallo5 solitari gelsi montano la guardia sul confine di strade che non più uniscono ma dividono. Le loro fronde, un tempo ricchezza per le sericee produzioni,  vanamente offrono una misera ombra a veloci automobilisti imbozzolati nel caldo metallo.

Immagini collegate: